Stand up for your rights

Costa di Rovigo (RO)

Zentequerente – nome d’arte di Luca Vallese- è tornato a collaborare con il festival “ Arte per la libertà|DeltArte” e a guidare i ragazzi delle scuole medie di Costa di Rovigo in un vivace laboratorio di street art, che è sfociato nella realizzazione di un accattivante murales sulla parete esterna dell’Istituto Comprensivo della città.

 
Si tratta dell’ultimo laboratorio per l’anno 2018 del progetto Arte per i diritti umani dell’associazione Voci per la Libertà e finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell’ambito del bando Attivamente. Anche quest’anno 30 sono state le scuole della provincia di Padova e Rovigo ad accogliere i nostri artisti tra laboratori di musica, cinema e street art. E in quest’ultima categoria sono stati realizzate ben 10 opere. 
All’inaugurazione sono intervenuti sabato mattina il sindaco e il vicesindaco del comune, che hanno ringraziato e ricordato l’imminente 70esimo della Dudu, e la rappresentante degli studenti Zoe Schiesaro. 
Come spiega la curatrice del progetto, Melania Ruggini: “Nel murales di Costa, una ragazzina è colta mentre sta scrivendo sul muro della sua città la scritta “Stand up for your rights”, ossia “difendi i tuoi diritti”. Un consiglio importante, quello scelto da Zentequerente, e rivolto ai ragazzi di oggi, per vivere la propria esistenza rispettando i diritti che appartengono all’intera umanità che ci circonda”. 
Per dipingere questa scritta la ragazzina usa la marmellata che si trova nel barattolo ai suoi piedi, di cui lei è ghiotta. La marmellata, usata come inchiostro per realizzare il suo slogan, è una metafora; essa rappresenta il mix degli articoli presenti nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, ossia è formata dai diritti fondamentali dell’uomo, che si dovrebbero avere ben presente fin dall’infanzia e portarli con noi in ogni fase successiva della vita e nella nostra quotidianità.
“Siamo molto soddisfatti dei risultati di questi laboratori- continua Melania Ruggini- perchè i ragazzi ci hanno gratificati e ci hanno regalato tante emozioni e nuove idee per continuare questo cammino in nome della creatività e della sensibilizzazione”.


I commenti sono chiusi.