Save the planet

LENDINARA, ROVIGO

Da sabato 28 aprile nel centro storico di Lendinara il giovane artista emiliano Riccardo Buonafede ritorna in Polesine per iniziare un’opera accattivante di street art che avrà per tema la salvaguardia dell’ambiente e che coinvolgerà anche le classi terze medie dell’Istituto Comprensivo statale in un laboratorio didattico, fissato nelle mattine del 4 e 5 maggio. L’inaugurazione del murales è fissata per sabato 5 maggio alle ore 12.15 presso via Perolari.

Continua dunque con entusiasmo e successo il festival DeltArte, che fa parte del format più ampio della manifestazione Arte per la Libertà, che vede capofila l’associazione Voci per la Libertà di Villadose

Ed ora grazie alla sensibilità dell’Amministrazione Comunale di Lendinara,  che ha fin da subito abbracciato l’idea progettuale, del bando Attivamente della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e  della concessione della location da parte di E- distribuzione, sarà creata una nuova opera di arte urbana non solo per abbellire la città, ma anche per far riflettere giovani e meno giovani sul valore e l’importanza dell’ambiente e in particolare sulla salvaguardia e il rispetto delle nostre acque, visto che la cabina elettrica si affaccia proprio sul fiume Adigetto.

Alla conferenza stampa di presentazione sono intervenuti i principali attori: il Sindaco di Lendinara Luigi Viaro, l’Assessore al Turismo Francesca Zeggio, la curatrice e ideatrice di DeltArte/Arte per la Libertà Melania Ruggini, la Preside dell’Istituto Comprensivo Maria Elisabetta Soffritti, Stefano Leviti e Fabo Peroni di E-distribuzione.

Il Sindaco Viaro ha fatto gli onori di casa soffermandosi sull’importanza di questo progetto che mette in campo diverse realtà, dal Comune all’associazione Voci per la Libertà, al festival DeltArte, alle scuole, congiungendo il mondo pubblico e quello privato. Ha usato quindi una efficace metafora ossia “siamo un bel campo da gioco in cui ognuno gioca il proprio ruolo, importante per la buona uscita dell’intera operazione”. Ha poi ringraziato la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo grazie alla quale sono stati realizzati numerosissimi interventi e progetti in città e ha espresso la sua stima e ammirazione per il lavoro svolto negli anni dal presidente uscente emerito, Antonio Finotti, augurando un buon lavoro al nuovo presidente Gilberto Muraro.

La preside Soffritti dell’Istituto comprensivo ha elogiato il progetto “Arte per i diritti umani” che coniuga la street art ai diritti inalienabili dell’uomo e porta queste tematiche cruciali nelle scuole del Polesine.

La curatrice Ruggini ha quindi sottolineato: “Nelle città, come nei piccoli paesi, l’arte urbana ha ormai una funzione estetica molto importante. A parte essere la forma d’arte di maggior impatto, attualmente viene utilizzata con il fine di riqualificare edifici che deturpano l’estetica dei centri urbani, arricchendone il valore artistico. Per di più un artista ha l’opportunità di oltrepassare tutte le forme speculative che solitamente si frappongono tra artista e osservatore, come direttori artistici, curatori artistici, galleristi d’arte, critici d’arte. Considerato che la torretta dell’Enel proposta per quest’intervento si trova lungo l’Adigetto, l’artista Buonafede ha pensato di cogliere l’occasione per lasciare un messaggio che possa sensibilizzare la popolazione riguardo la salvaguardia dell’ambiente. Sono noti i precedenti di inquinamento con conseguente moria di numerosi pesci nell’affluente dell’Adige, come ormai in tutti i fiumi sul territorio. Rappresentare un’immagine di forte impatto, che si rifletta a sua volta nel corso d’acqua creerà sicuramente uno scenario affascinante”.

Dal canto suo Leviti, responsabile  e-distribuzione per la provincia di Rovigo, ha commentato: “Non appena abbiamo ricevuto la richiesta da parte dell’amministrazione comunale di collaborazione per utilizzare la cabina presente in questo bell’angolo del paese, abbiamo aderito in quanto coniuga i valori di sostenibilità, rispetto per l’ambiente e innovazione che sono  propri del DNA della nostra azienda. Il progetto, oltre alla collaborazione con l’amministrazione e le scuole del paese,  prosegue il percorso iniziato con il festival Deltarte e l’artista Buonafede, le cui opere sono presenti anche sul sito internet di E-distribuzione”.

Arte per la libertà è resa possibile grazie all’amministrazione comunale di Lendinara, al bando S’illumina della Siae, ad Attivamente e Culturalmente Impresa della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, attraverso la quale Voci per la libertà e Deltarte portano avanti da alcuni anni progetti e percorsi creativi e culturali in Polesine.

L’inaugurazione del murales è fissata per sabato 5 maggio alle ore 12.15 in via Perolari a Lendinara.

 

 



I commenti sono chiusi.